“La dignità dei lavoratori e le regole non si calpestano. Il nostro paese si é dotato di leggi che regolano il comportamento delle aziende e queste valgono per tutti. Speriamo che oggi sia l’inizio del riscatto per i lavoratori della Gkn e per un’intera comunità che dal primo giorno della vertenza sta dalla loro parte. Il tribunale intanto ha revocato la procedura di licenziamento, l’azienda adesso riveda i suoi piani. Da parte nostra continueremo a sostenere la battaglia dei lavoratori di Campi Bisenzio e dell’indotto” Così Simona Bonafé, segretaria del Pd toscano in merito alla vicenda Gkn.

Continua a leggere

“Quando accaduto a Montevarchi ha la più ferma condanna del Partito Democratico della Toscana e a Matteo Renzi va la nostra solidarietà per le minacce ricevute. Il rispetto deve essere il punto di partenza di qualunque posizione politica”. Così Simona Bonafè, segretaria del Pd toscano.

Continua a leggere

Ci sarà anche una delegazione del partito e dei consiglieri regionali del Pd della Toscana, domani, alla manifestazione nazionale indetta dai lavoratori della Gkn e dell’indotto. Il Pd regionale sarà al corteo di Firenze perché deve restare alta l’attenzione sulla vicenda e per sostenere le richieste dei lavoratori, in prima battuta la più urgente, quella di far ritirare i licenziamenti e poi la più ampia questione  normativa affinché non si possano ripetere situazioni come quella della fabbrica di Campi Bisenzio.

Continua a leggere

«Tutte le associazioni di volontariato come le Misericordie, la Croce Rossa e le pubbliche assistenze in genere, rappresentano un immenso patrimonio che in Toscana svolge una funzione sociale preziosissima grazie all’impegno di migliaia di volontari e lavoratori che meritano un ringraziamento da parte delle istituzioni. Il disagio che le Misericordie hanno espresso in questi giorni deve essere raccolto e giustamente tenuto in considerazione. Tutto il mondo del terzo settore collabora efficacemente con le istituzioni a tutti i livelli, garantendo integrazione e sussidiarietà nei servizi anche laddove il settore pubblico non è più in grado di arrivare. Inoltre da questo settore un aiuto decisivo anche per affrontare la fase più critica della pandemia. Per questo la Regione, nei mesi scorsi, ha saggiamente deciso di stanziare oltre 7 milioni di euro destinati ai ristori, nonchè a coprire anche le spese per i servizi legati all’emergenza sanitaria.  Sono sicuro che con l’impegno di tutti e con la grande capacità di collaborazione che le istituzioni regionali e il mondo del terzo settore hanno sempre dimostrato nella nostra regione sarà trovata una soluzione soddisfacente. Siamo certi che l’incontro in calendario con il presidente e l’assessore, partendo da queste considerazioni, darà le risposte attese pur in una congiuntura non semplice dal punto di vista finanziario per la sanità, aggravate dai costi per contrastare la pandemia».

Lo dicono il Capogruppo Pd in Consiglio regionale Vincenzo Ceccarelli e il coordinatore della segreteria regionale Pd Massimiliano Pescini.

Continua a leggere

“Auspichiamo fortemente che la lista di Mario Chiavetta sia riammessa per le elezioni di ottobre a Orbetello. Un appuntamento elettorale che veda l’esclusione di un candidato e di ben dieci soggetti politici che compongono quella lista porterebbe a una competizione incompleta e all’assenza di un’intera area politica nel prossimo consiglio comunale: questo non sarebbe un bene per la comunità di Orbetello. Per questo speriamo che il Tar accolga il ricorso che viene presentato in queste ore e che la sostanza prevalga sulla forma, come hanno ben argomentato i segretari locali, sollevando anche un tema di riflessione più generale: quello dell’attualità delle procedure di presentazione”.

Così Marco Simiani, responsabile enti locali del Pd toscano, in merito alla ricusazione della lista di Mario Chiavetta a Orbetello.

Continua a leggere

Prendono il via le Agorà Democratiche, l’esperimento di democrazia partecipativa lanciato dal Partito Democratico e rivolto a chiunque voglia contribuire all‘agenda politica del centrosinistra.

Partecipare è semplice: registrati, prendi parte o organizza un’Agorà, confrontati e proponi le tue idee, che verranno poi discusse e sostenute sulla piattaforma. Quelle che riceveranno maggiore consenso entreranno da gennaio 2022 all’interno della discussione per la costruzione dell’agenda politica del Partito Democratico e dell’intero Centrosinistra.
Continua a leggere

“Il Partito Democratico si dissocia totalmente dalle parole pronunciate nell’intervista al Tirreno da Nura Musse Ali. I talebani sono stati e restano liberticidi e nemici dei diritti, persecutori delle donne. Sostenere che un regime è una tappa obbligata verso la maturazione sociale è inaccettabile“.

Così Simona Bonafè, segretaria del Pd toscano.

Continua a leggere

Sono 97 i volontari impegnati ogni sera tra allestimenti, cucine e stand, 89 gli ospiti saliti sul palco tra cui tutti i big nazionali del Pd, da Enrico Letta, i vicesegretari e i ministri, le capogruppo in Parlamento, per un totale di 20 giorni. È un primo bilancio di grande soddisfazione per la Festa regionale dell’Unità che si chiude domani alle 21, a Santomato, Pistoia, con il Ministro Andrea Orlando. Questa sera ospite il Ministro Bonetti alle 19 e Eugenio Giani alle 21.

Si stimano in circa 15mila le presenze nell’area verde di Santomato tra cene, dibattiti, concerti del cartellone “Santomato Live” e stand di partito ma anche associazioni. Tutte le attività della festa di Santomato sono gestite esclusivamente da volontari, non solo di Pistoia, ma anche del resto della provincia, da chi di prima mattina riallestisce ogni giorno l’area, a coloro che cucinano fino a tarda sera.

“È la prima Festa regionale da quando, grazie ai vaccini, abbiamo riconquistato la libertà di movimento e ha avuto un successo tutt’altro che scontato. Siamo più che mai convinti che lo slogan scelto, “Lì dove batte il cuore”, si sia rivelato quello più adatto. Grazie davvero ai volontari che hanno animato questa festa in cui con i tanti appuntamenti politici abbiamo voluto contribuire al dibattito del partito anche nazionale” dice Simona Bonafé, segretaria del Pd toscano.

“Organizzativamente abbiamo dovuto tenere conto dei limiti e delle norme imposte dalla pandemia. Ma qui a Santomato la Festa non si é voluta mai fermare, neppure in queste due ultime edizioni segnate dalle difficoltà del Covid. Il Pd parte da qui verso il prossimo passaggio, quello delle amministrative di Pistoia. Non é mancato nessun ospite, dal segretario del partito ai ministri, dagli eletti in Regione agli amministratori locali: il Pd é squadra e comunità. E qui ne abbiamo avuto la conferma” è la soddisfazione dei segretari provinciali e comunali Pier Luigi Galligani e Walter Tripi.

Continua a leggere

“Stiamo assistendo attoniti allo snodarsi di una strategia del tutto inattesa, fino a qualche settimana addietro, da parte di Iv.
E’ stato sufficiente il materializzarsi della candidatura del segretario del Pd Enrico Letta nelle suppletive del collegio senese-aretino a scatenare un crescendo di atteggiamenti provocatori, che stanno incrinando il rapporto di fiducia alla base dell’alleanza di governo in regione. Senza alcuna logica istituzionale, abbiamo assistito in questi giorni ad un vero e proprio ribaltone di quello che ci si aspetterebbe da un affidabile alleato di governo.
Non ci pare neanche il caso di entrare nel merito delle dichiarazioni oggi affidate alle agenzie da Iv, che rappresentano esempi emblematici di populismo. Si parla delle poltrone degli altri dimenticando le proprie, che in proporzione ai voti ricevuti sono molte di più, solo per alzare il polverone necessario a non far capire ai cittadini la strategia innescata con l’obiettivo di motivare una candidatura propria, in contrapposizione con quella del segretario del Pd.
Il tutto con il rischio di compromettere una alleanza di Governo regionale solida e di prospettiva. Iv decida da che parte stare e abbia il coraggio di dirlo chiaramente ai cittadini, senza mistificazioni”.

Questo il commento della segretaria regionale del Pd Simona Bonafè e del capogruppo in Consiglio regionale Vincenzo Ceccarelli, in relazione ai numerosi comunicati e dichiarazioni firmate oggi da Matteo Renzi e Stefano Scaramelli.

Continua a leggere

Torna la Festa regionale dell’Unità. Pistoia è la città scelta quest’anno per la kermesse Dem che si terrà dal 20 luglio all’8 agosto negli spazi del circolo Arci di Santomato.

“Lì dove batte il cuore” é il titolo, per rimarcare il senso di appartenenza che le feste rappresentano, quei luoghi di militanza dove ministri, dirigenti, amministratori incontrano cittadini e iscritti nei loro paesi, nelle loro città, in una Regione che é anche il cuore del Partito Democratico.

Il programma é ultimato. Inaugurazione il 20 luglio alle 19 e iniziativa serale alle 21 che parte dalla vertenza Gkn, con la segretaria regionale Simona Bonafè e il sindaco di Campi Bisenzio Emiliano Fossi. Tra le iniziative nazionali il primo ad intervenire sarà Enrico Letta il 21 luglio alle 21, la capogruppo alla Camera Debora Serracchiani arriva giovedì 22 luglio alle 21. Il ministro Lorenzo Guerini interviene alle 19 del 23 luglio. I vicesegretari Pd Peppe Provenzano e Irene Tinagli saranno sul palco rispettivamente il 27 luglio e il 6 agosto. La capogruppo Pd al Senato Simona Malpezzi è in programma il 29 luglio. La ministra Elena Bonetti é ospite il 7 agosto alle 19. Lo stesso giorno alle 21 intervista al presidente della Regione Eugenio Giani. Ospite dell’ultima serata il ministro Andrea Orlando. In calendario anche i sottosegretari Enzo Amendola (26/7), Caterina Bini (29/7), Anna Ascani (30/7), Pierpaolo Sileri (5/8). Ci saranno poi serate con gli amministratori locali, anche di altre regioni, parlamentari, assessori toscani. Il pomeriggio, alle 19 lo spazio dibattiti ospita i consiglieri regionali. Tre seminari in programma con caegorie e addetti ai lavori su sicurezza sul lavoro, sviluppo, terzo settore.

“Abbiamo scelto come slogan ‘Lì dove batte il cuore’ perché il cuore del nostro partito è qui. É nella nostra Toscana. È tra i nostri militanti. È tra i nostri volontari, che a Santomato hanno messo in piedi una macchina organizzativa complessa, che donano tempo ed energie ogni sera per rendere possibile tutto questo. Fin da ora vogliamo dire grazie a tutti i volontari che da settimane sono impegnati perché da martedì tutto funzioni al meglio” dice Simona Bonafé, segretaria del Pd toscano.

“Dopo un anno così difficile per tutti, è bello rivedersi finalmente dal vivo nella più grande e storica festa della nostra provincia e non solo, uno di quei luoghi di dibattito, ma anche spensieratezza, di cui la nostra comunità politica ha sentito la mancanza in questi mesi. Il Pd é una collettività e per noi é importante l’investimento politico anche simbolico che il partito regionale fa qui a Pistoia in vista delle comunali” dicono Pier Luigi Galligani, segretario provinciale del Pd Pistoia e il segretario comunale Walter Tripi.

“La Festa di Santomato rappresenta un’eccellenza di questo territorio. Per questo ringraziamo tutti i volontari e gli organizzatori che la rendono possibile. E’ la dimostrazione di un partito forte e radicato che non rinuncia al confronto e alla partecipazione, coinvolgendo tutti i livelli del Pd in un programma politico ricco e articolato” ha detto il responsabile organizzazione del Pd regionale Gabriele Bosi.
Come sempre la festa ospita un ristorante e una pizzeria, una libreria, stand delle associazioni e uno spazio bambini e affianca al programma politico quello musicale del “Santomato live” il giorno di apertura della festa e tutti i fine settimana in seconda serata e il torneo di burraco.

Continua a leggere