21 Settembre 2023

Fossi, “Ferma opposizione ai Cpr. Portiamo nei consigli comunali un ordine del giorno di contrarietà”.

“I Centri di permanenza per i rimpatri non sono la soluzione al fenomeno migratorio e oggi il nostro Partito lo ribadisce, come ha già ben fatto il Presidente Giani, grazie a una mozione che i consiglieri regionali hanno annunciato e porteranno in aula nei prossimi giorni”. Cosí Emiliano Fossi, segretario del Pd toscano, dopo la presentazione di una mozione del gruppo Pd in Regione, annunciata dal capogruppo Vincenzo Ceccarelli, per sostenere la posizione del Presidente della Regione nell’opporsi alla realizzazione di un Cpr in Toscana e chiedere al Governo e al Parlamento che  si proceda con urgenza a una riforma  organica del quadro normativo, incentrata su principi di integrazione sociale e lavorativa dei migranti.
“Il Governo ha perso la faccia davanti ai suoi stessi elettori a cui aveva promesso lo stop agli sbarchi ed é tornato all’attacco sui Cpr con una soluzione che si abbatte sui disperati che hanno rischiato la vita in cerca di un futuro migliore e che potranno essere trattenuti addirittura fino a 18 mesi, il massimo consentito dalla normativa europea” aggiunge Fossi.
“Il lavoro politico sulla mozione, adesso, secondo un nuovo metodo di azione politica che abbiamo deciso di condividere coi territori, approderà anche nei consigli comunali di tutta la Regione. Lì, i nostri capigruppo porteranno un analogo ordine del giorno e ne chiederanno la votazione: il massimo atto di chiarezza anche davanti ai cittadini” conclude Fossi.

Continua a leggere

19 Settembre 2023

Il Pd ieri a Piombino per dire no a omofobia e sessismo

“Fanno bene i cittadini e le associazioni a scendere in piazza, manifestando la loro inquietudine e disapprovazione per le considerazioni gravide di odio, discriminazione, omofobia, sessismo, di cui è pregno il libro del Generale Roberto Vannacci. E’ successo anche ieri a Piombino, dove il Generale è stato invitato a presentare il suo libro.  Non è accettabile che un uomo delle Istituzioni, che è ai massimi vertici delle forze armate di un Paese democratico e che dovrebbe impegnarsi e battersi per difendere i valori della nostra bella Costituzione, si esprima, con disprezzo e razzismo, verso altre persone. Per questo abbiamo aderito e aderiremo a tutti quei presidi in cui si sostiene la piena eguaglianza delle persone. Il PD toscano, nella terra dei diritti e delle libertà  sta ancora e sempre dalla parte di chi sostiene un’altra idea di società”. Così Enzo Brogi, responsabile dipartimento diritti e parità del Pd toscano.

Continua a leggere

18 Settembre 2023

Multiutility, riunione Pd toscano con sindaci Firenze-Prato-Empoli “Il progetto va avanti, sospeso processo di quotazione, riflessione senza pregiudizi per scelta consapevole”

Riunione sulla Multiutility toscana dei servizi organizzata questo pomeriggio dal Partito Democratico della Toscana con i sindaci dei tre comuni soci di maggioranza, Dario Nardella per Firenze, Matteo Biffoni per Prato e Brenda Barnini per Empoli. Presenti il segretario Emiliano Fossi, per l’esecutivo Stefano Bruzzesi, Luca Sani, Diego Blasi, Andrea Giorgio e  Alessandro Franchi, responsabile dipartimento servizi pubblici locali, oltre ai segretari territoriali di Firenze Monica Marini, Prato Marco Biagioni ed Empoli Jacopo Mazzantini ed i segretari comunali dem di Firenze ed Empoli Andrea Ceccarelli e Lorenzo Cei.

Nel corso dell’incontro é stata unanimemente ribadita la necessità di andare avanti con il progetto di multiutility, strumento indispensabile per migliorare qualità ed efficienza dei servizi pubblici locali alle cittadine e ai cittadini.
In merito al sistema di finanziamento degli investimenti necessari, la scelta condivisa è quella di sospendere la procedura per la quotazione in borsa, per approfondire – anche sulla base delle richieste arrivate da forze civiche, politiche e sociali, oltre che da molte voci all’interno del PD – il tema del finanziamento con le varie ipotesi sul tavolo, verificandone puntualmente la fattibilità sulla base del piano industriale e degli investimenti previsti. La riunione ha visto amministratori e dirigenti presenti concordi sulla necessità di impiegare tutto il tempo necessario per questa  riflessione finalizzata ad individuare quale sia la strada più utile ad un progetto strategico per i nostri territori, in modo trasparente e senza alcun pregiudizio ma con l’obiettivo di offrire alle cittadine e ai cittadini le migliori garanzie possibili. L’obiettivo è arrivare alla soluzione migliore, qualsiasi essa sia.

“Siamo soddisfatti dell’esito della riunione di oggi. Il progetto va avanti con convinzione – ha detto Fossi -. La questione del finanziamento è importante. Ma ci sono tanti altri aspetti da approfondire, ad esempio quelli ambientali e del lavoro. Sono certo arriveremo alle soluzioni migliori”.

Continua a leggere

Oggi Cdm su gestione migranti. Pd, ribadiamo nostro no al Cpr

“Sulla gestione dei migranti il Governo é allo sbando. Dovevano fermare gli sbarchi e invece sono stati costretti a ripulire l’hotspot di Lampedusa in occasione della visita di Giorgia Meloni e Ursula von der Leyen per nascondere l’incapacità con l’ipocrisia. E oggi torna sul tavolo del Consiglio dei ministri la solita idea della destra: quella di gestire il fenomeno con i Centri di permanenza per i rimpatri, uno per regione, dove i migranti potranno essere trattenuti addirittura fino a 18 mesi, il massimo consentito dalla normativa europea. Come Pd della Toscana confermiamo un fermo no ai CPR e a qualunque imposizione sui territori. Non é la soluzione. Proposte serie, rispettose dei diritti e della dignità dei migranti ci sono, eccome. Va ripristinata l’accoglienza diffusa, anche tramite i Sai, che tanto bene hanno funzionato, in particolar modo in Toscana. Vanno finanziati adeguatamente i centri per l’accoglienza, permettendo al Terzo Settore di partecipare ai bandi, che spesso vanno deserti. Serve lavorare sull’integrazione, con mediatori culturali e insegnanti di italiano, fondamentali per rapportarsi coi territori e trovare sbocchi lavorativi. E poi occorre una riedizione dell’operazione ‘Mare Nostrum’, di vero respiro europeeo, che aveva salvato migliaia di vite umane e rallentato la migrazione senza regole.
Tutto ciò nella consapevolezza che non esiste un’emergenza migranti, ma una migrazione oramai strutturale con la quale dobbiamo confrontarci”. Così Francesco Battistini, responsabile politiche migratorie del Pd toscano.

Continua a leggere

16 Settembre 2023

Infrastrutture, lunedì iniziativa Pd a Livorno

“Livorno, la costa, la Toscana, un domani sempre più vicino. Infrastrutture portuali, stradali, ferroviarie, immateriali. L’impegno del PD e i timori per le scelte del Governo nazionale”. Questo il titolo dell’incontro, organizzato dal Pd territoriale di Livorno e regionale, che si terrà lunedì 18 Settembre alle 17.30 nella sala conferenze del Palazzo del Portuale di Livorno (Via San Giovanni 19).

Dopo i saluti istituzionali dei sindaci di Livorno e Collesalvetti, interverranno Antonio Misiani, responsabile infrastrutture della Segreteria nazionale PD; Eugenio Giani, Presidente della Regione Toscana; Marco Simiani, parlamentare PD; Sandra Scarpellini, Presidente della Provincia di Livorno.

Continua a leggere

14 Settembre 2023

Pd Toscana, con riapertura bando nidi proviamo a raggiungere fino all’ultima famiglia avente diritto

“Con la riapertura del bando per i nidi gratis, la Regione Toscana non solo riconosce già da questo mese i benefit a oltre 12mila famiglie, ma prova ancora a raggiungerne più possibile. Vogliamo fare in modo che tutti gli aventi diritto possano accedere gratuitamente ai nidi d’infanzia, anche le famiglie che erano rimaste escluse per errori o mancata domanda entro i termini”. Così Simona Querci, responsabile istruzione del Pd toscano, commenta la riapertura del bando “Nidi Gratis” della Regione Toscana.

“I nidi gratis sono una riforma unica in Italia, di cui ha parlato anche l’assessora Alessandra Nardini questa mattina nel convegno sui servizi educativi per l’infanzia del Pd nazionale. La lotta alla povertà educativa parte dai primissimi mesi di vita” aggiunge Querci.

“Il bando nidi gratis é dimostrazione tangibile di una politica che promette e mantiene. É un provvedimento che integra tre capisaldi della proposta politica del Pd: è un’opportunità di arricchimento educativo per bambine e bambini; è un aiuto economico per le famiglie; è un incentivo al rientro lavorativo dei genitori, in particolare le mamme. Non sarà più la disponibilità economica a determinare la scelta se far frequentare o meno i servizi da 0 a 3 anni” commenta il segretario del Pd toscano Emiliano Fossi.

Continua a leggere

12 Settembre 2023

Approda nei consigli comunali la campagna del Pd toscano sulla sanità pubblica

La campagna del Pd toscano per una sanità pubblica più forte e finanziata adeguatamente entra nei consigli comunali. Una mozione sul tema viene presentata in queste settimane da ogni gruppo consiliare del Pd nel proprio comune. L’iniziativa fa parte della campagna “La salute prima di tutto”, che prevede anche una raccolta di firme on line sulla piattaforma Change.org e nei banchetti allestiti sul territorio.
Il testo della mozione, come quello della petizione, riprende i punti della proposta di legge al Parlamento nazionale presentata dal Partito Democratico in Regione Toscana e che sarà discussa anche in altri consigli regionali italiani. Tre le richieste principali al Governo: aumentare le risorse del Fondo sanitario nazionale per portarlo almeno al 7,5% del PIL; rimuovere il tetto di spesa per il personale sanitario per procedere a un piano straordinario di assunzioni; assicurare la realizzazione di Case e Ospedali di Comunità, presidi di sanità territoriale previsti dal Pnrr e recentemente accantonati dall’esecutivo nazionale.
La mozione é già stata discussa in alcuni consigli comunali, ultimo in ordine di tempo quello di Siena, dove i consiglieri di centrodestra hanno respinto il testo.

“Sono due i fronti su cui il Governo nazionale sta intervenendo per indebolire nei fatti il Sistema Sanitario Nazionale: da una parte la riduzione del fondo sanitario, dall’altra il taglio delle strutture di sanità territoriale previste dal PNRR. Solo con un finanziamento di almeno il 7,5% del Pil si può garantire un adeguato livello di accesso alle prestazioni e di erogazione dei servizi per tutti. Le scelte del Governo Meloni vanno invece in senso opposto e avranno un impatto fortissimo sulla tenuta del nostro sistema sanitario che, dopo gli anni della pandemia, avrebbe bisogno di ulteriori investimenti e non di tagli” spiega Marco Niccolai, responsabile sanità del Pd toscano.

“Il voto su una mozione costringe tutti i partiti a scoprire le carte davanti ai cittadini. É quello che è accaduto, ad esempio, nel consiglio comunale di Siena, dove la maggioranza di centrodestra ha bocciato la mozione. La Giunta comunale e la Sindaca Fabio dunque hanno rifiutato di farsi promotori presso il Governo della necessità di aumentare i livelli di finanziamento del Sistema sanitario nazionale. A questo si aggiunge l’inerzia sul Biotecnopolo di cui il comune di Siena e il governo Meloni si stanno disinteressando” racconta la vicesegretaria del Pd toscano Stefania Lio.

Continua a leggere

Pd Toscana, bene Regione contro accorpamenti scolastici

“Sosteniamo con forza la determinazione e la coerenza che la Regione Toscana sta dimostrando nelle azioni messe in campo per non accorpare gli istituti scolastici. E il metodo utilizzato dall’assessora Nardini, di condividere con sindacati e territori le scelte. La proposta del Governo nazionale di passare da 470 a 455 unità scolastiche in Toscana è inaccoglibile. Con la delibera della giunta regionale di ieri si posa un ulteriore tassello per opporsi al disegno del ministro Valditara, per il quale la parola ‘riorganizzazione’ corrisponde a ‘tagli’, per fare economia su studenti e lavoratori della scuola. Tagliare significherebbe penalizzare le aree interne, ove si scegliesse il criterio di accorpare gli istituti più piccoli, o creare istituti scolastici affollatissimi, ove invece si accorpassero scuole delle aree metropolitane. Una società all’altezza delle nuove sfide passa dall’istruzione”. Così Simona Querci, responsabile scuola del Pd toscano.

Continua a leggere

11 Settembre 2023

Via Almirante Grosseto: Pd, delusi dalla decisione, mancato coraggio e sensibilità

“Su Via Almirante a Grosseto la Prefettura doveva dimostrare una maggiore sensibilità: avrebbe dovuto valutare con maggiore obiettività ogni aspetto della vicenda e prendere in considerazione il parere negativo della’ Deputazione di storia patria per la Toscana’, come indicato peraltro nella risposta alla interrogazione parlamentare. La Pacificazione non si impone con la toponomastica ma con il rispetto di tutte le posizioni politiche e non dimenticando fatti tragici causati dalla violenza nazista e fascista. E’ infatti inevitabile che questa indicazione finirà con alimentare polemiche e divisioni tra la comunità cittadina creando ripercussioni di carattere sociale e politico. Siamo rimasti francamente delusi da questa decisione contro la quale continueremo a batterci: presenteremo a tutti i livelli istituzionali atti per impedire che la storia venga riscritta con l’avallo dei rappresentanti territoriali di governo e ministero dell’Interno”, così il segretario del PD Toscana e deputato Emiliano Fossi, il deputato Marco Simiani, il segretario provinciale di Grosseto Giacomo Termine, il presidente della provincia Francesco Limatola, il segretario dell’Unione comunale Demetrio Cozzupoli, l’assessore Leonardo Marras, il capogruppo in consiglio comunale Davide Bartolini.

Continua a leggere

9 Settembre 2023

Ordinanza Decibel Open Air. Interrogazione Fossi

“Un’ordinanza di questo genere é francamente non comprensibile, nè giustificata. Secondo questo principio sarebbero inibite manifestazioni di qualsiasi genere, dal calcio ai concerti. Con l’ordinanza si crea un danno non solo a un comune, ma anche all’indotto generato da un evento di questo genere. Al sindaco Falchi va tutta la mia vicinanza. Nelle prossime ore chiederò chiarimenti su questa vicenda con un’interrogazione parlamentare”. Così Emiliano Fossi, deputato e segretario Pd Toscana, sull’ordinanza di divieto di divieto di vendere e introdurre bevande alcoliche emesso dalla Prefettura di Firenze per il Decibel Open Air.

Continua a leggere