30 Aprile 2022

Ottava puntata PD Live, “La sfida del lavoro che cambia”

Il lavoro cambia e c’è una sfida da affrontare. Ne parleremo lunedì 2 maggio, alle 18.30, in diretta sulla pagina Facebook “PD Toscana“, per l’ottava puntata del PD Live, la rassegna settimanale di talk dei dem regionali.

Interverranno Romina Mura, presidente della Commissione Lavoro alla Camera dei Deputati, Alessandra Nardini, assessora per la Formazione e il Lavoro della Regione Toscana, Samuele Borrini, segretario GD Toscana. Verranno coordinati da Simone De Rosas, responsabile lavoro PD Toscana.

 

Continua a leggere

27 Aprile 2022

Pd Toscana su volontario Misericordia aggredito

“Quanto accaduto a Firenze a un volontario della Misericordia di Badia a Ripoli è grave e inaccettabile. Per la violenza innanzitutto e per un’aggressione che prende di mira chi si prende cura degli altri e si mette a disposizione della comunità. L’estremismo di certe posizioni in alcuni casi si trasforma in vero e proprio odio e addirittura in violenza. Dal Pd toscano la massima vicinanza a Dino Fierli e a tutta la comunità dei volontari della Misericordia”. Così Massimiliano Pescini, vicesegretario del Pd  toscano, sulla vicenda del volontario della Misericordia di Badia a Ripoli aggredito a Firenze.

Continua a leggere

22 Aprile 2022

Costituito il coordinamento Pd della costa toscana

Si è costituito ieri il coordinamento delle federazioni PD della costa toscana nel corso di una riunione congiunta delle direzioni dem di Grosseto, Val di Cornia-Elba, Livorno, Pisa, Massa Carrara e Versilia con la segretaria regionale Simona Bonafè. Obiettivo del nuovo organismo è l’elaborazione di politiche comuni per una visione per la costa e per le isole.

“La costa della Toscana è l’area della nostra regione che cresce con più lentezza e che sconta le maggiori difficoltà sul fronte del lavoro e della crescita economica, delle infrastrutture, della sanità, dell’istruzione. Proprio la distanza, dai servizi, dai grandi centri, dai poli universitari, dagli ospedali di alta specializzazione, dalle principali direttrici ferroviarie, stradali e aeroportuali, è uno dei temi che il centrosinistra è chiamato ad affrontare in questo tempo – si legge in un passaggio del documento fondativo del ‘coordinamento costa’ -. Una questione che riteniamo investa tutta la Toscana, non in contrapposizione, ma in collaborazione. Lo sviluppo della costa è una straordinaria opportunità anche per quei territori che crescono oggi di più e meglio e che, in prospettiva, potrebbero risentire di questo arretramento. Investire bene le risorse del PNRR, accostarle attraverso gli strumenti di programmazione come il PRS ai fondi strutturali del nuovo settennato, può significare proprio colmare quelle distanze territoriali, generazionali e di genere che sulla costa determinano sofferenze e insoddisfazione”. ll documento elenca poi i principali investimenti ritenuti necessari per la costa toscana, dalle opere infrastrutturali ai servizi pubblici, dall’istruzione all’innovazione, “per superare il gap di una regione che attualmente viaggia a più velocità sia dal punto di vista economico che politico. Supporteremo il lavoro istituzionale per realizzare quel concetto di Toscana diffusa, centrale nel programma di governo regionale” commentano i segretari territoriali delle sei federazioni Pd.

Continua a leggere

21 Aprile 2022

Domani ore 18.30 via Facebook dibattito con Dario Nardella e Caterina Avanza su elezioni francesi

Alla vigilia del secondo turno delle elezioni presidenziali francesi il Pd toscano parlerà della sfida tra Macron e Le Pen nella settima puntata di “Pd Live”, la rassegna settimanale di talk via Facebook dei dem regionali. Domani, venerdì 22 aprile, alle 18.30, sulla pagina “Pd Toscana” il dibattito “Nelle presidenziali francesi la sfida europea ai nazionalismi” vedrà la presenza del sindaco di Firenze e presidente di Eurocities, Dario Nardella, e Caterina Avanza, membro della direzione nazionale Pd e consigliera politica di En Marche, moderati da Brahim Maarad, giornalista dell’agenzia Agi.

Continua a leggere

20 Aprile 2022

Rossetti, Pd Toscana, su vicenda disabili lasciati senza posto treno. “Fare chiarezza, solidarietà all’associazione e alle persone coinvolte”

“E’ doveroso che venga fatta chiarezza sull’increscioso episodio che il 18 aprile sul treno Genova-Milano ha visto rimanere senza posto, nonostante la prenotazione, 27 disabili in viaggio per iniziativa dell’associazione Haccade, una realtà toscana con sede a Montecatini in Val di Cecina a cui vogliamo innanzitutto esprimere la nostra solidarietà. Il tema é di grande interesse pubblico, riguarda la collettività e l’accesso a un servizio di trasporto pubblico: bene ha fatto il Pd a depositare una interrogazione al ministro dei Trasporti Enrico Giovannini e alla ministra dell’Interno Luciana Lamorgese. I cittadini, scossi dalla vicenda, vogliono sapere e vogliono che non accada più. Più in generale questo episodio mette insieme le due barriere che dobbiamo rimuovere per una vera parità di opportunità tra persone: le barriere architettoniche e le barriere sociali e culturali. In entrambi gli ambiti il lavoro è ancora lungo e troppe volte trascuratezza, scarsa consapevolezza del tema dei diritti dei disabili e inciviltà si traducono in episodi come quello di lunedí scorso”. Così Simona Rossetti, responsabile politiche sociali del Pd toscano.

Continua a leggere

Direzione Pd Toscana. Guerra in Ucraina e amministrative i punti principali

Direzione regionale del Pd toscano, ieri, con all’ordine del giorno i temi della guerra in Ucraina, con un’analisi delle conseguenze economiche e delle scelte politiche imposte dal conflitto, e le prossime elezioni amministrative.
“Putin ha riportato la guerra in Europa invadendo uno stato sovrano – ha ricordato la segretaria Simona Bonafè in apertura -. Certamente é la diplomazia lo strumento che deve portare al cessate il fuoco. Le sanzioni intanto sono il mezzo che abbiamo per rispondere alla barbarie russa. Dopo i cinque pacchetti già approvati, dai blocchi dei pagamenti interbancari all’export, c’è un sesto pacchetto in discussione sull’embargo delle fonti energetiche, che per la Russia sono certamente la principale fonte di ricchezza. Questo avrà dei costi diretti per l’Italia, che già tocchiamo con i rincari che colpiscono imprese e famiglie: la pace comporterà dei sacrifici, é innegabile. Ma non possiamo voltarci dall’altra parte. Sta a noi, attraverso le scelte politiche, mitigarne le conseguenze, sia con provvedimenti per le fasce più deboli e le attività economiche, sia con azioni europee di tetto al prezzo del gas, sia rendendoci meno dipendenti da forniture estere: va in questo senso il progetto di un rigassificatore a Piombino che può e deve essere legato a una nuova visione della città e della Val di Cornia. Come ha detto il presidente Giani si tratta di un’opportunità, collegandolo a un patto per la comunità locale. Per quanto riguarda le scelte collegate al conflitto ucraino da parte del Governo e del Parlamento, c’é stato un ampio dibattito, ma credo che la posizione del partito nazionale sia quella giusta. Si é discusso dell’invio di materiale difensivo, ma se l’Ucraina fosse caduta in cinque giorni si sarebbe aperto un varco preoccupante per l’Europa. E sull’aumento delle spese militari, queste non hanno niente a che vedere con un riarmo, ma con un ammodernamento e miglioramento anche nell’ottica di una politica comune di difesa europea a cui dobbiamo giungere speditamente”. Una posizione condivisa da tutti gli interventi che si sono succeduti nelle circa tre ore di dibattito in cui si é parlato anche dell’appuntamento elettorale di giugno per il quale é stato disegnato dalla responsabile enti locali Federica Fratoni il quadro politico delle alleanze nei principali comuni al voto, dei 28 che andranno alle urne il 12 giugno prossimo. Nei vari territori é stata sottolineata la ricerca dell’allargamento massimo del campo politico del centrosinistra, obiettivo al quale si sta ancora lavorando in vista della presentazione delle liste.
Infine annunciata la prossima festa regionale dell’Unità che si terrà a Pisa.

Continua a leggere

19 Aprile 2022

Incontro segreteria Pd Toscana, assessori e consiglieri

Riunione della segreteria regionale del Pd toscano oggi dedicata a un approfondimento complessivo sulle politiche regionali con Eugenio Giani, gli assessori e i consiglieri regionali del partito. Un incontro congiunto in cui il Pd regionale con esecutivo e gruppo consiliare si sono scambiati informazioni e orientamenti sui principali temi dell’attualità. Tra gli argomenti trattati nei vari interventi di oggi la gestione del covid e la campagna di vaccinazione,l’organizzazione dell’accoglienza dei profughi ucraini, piano dei rifiuti e stati generali della salute. Spazio poi ai progetti Pnrr e alle infrastrutture, anche quelle legate all’energia dopo l’impennata dei costi e le relative conseguenze per famiglie, attività economiche e industriali, enti locali. Elencati anche progetti e fondi per aree interne, politiche del lavoro, scuola, cultura, turismo e innovazione.

Continua a leggere

14 Aprile 2022

Scritte fasciste e omofobe. Domani il Pd al presidio davanti all’università di Siena

“L’Università di Siena è da sempre impegnata nella difesa e nella promozione dei valori dell’inclusione, del rispetto e del dialogo. Gli atti vandalici e intimidatori di cui è stato teatro l’Ateneo senese sono di una gravità inaudita proprio perché rappresentano un oltraggio alla cultura e alla conoscenza, pilastri della nostra democrazia. Il Partito Democratico della Toscana domani sarà presente al presidio organizzato davanti alla sede del Rettorato per esprimere la propria solidarietà alla CGIL e all’Università e unirsi alla ferma condanna dell’episodio”.
Così Stefania Lio, responsabile formazione del Pd toscano.
Continua a leggere

8 Aprile 2022

Incontro al PD sul nuovo piano dell’economia circolare con l’assessore Monni

Incontro questo pomeriggio nella sede del Pd regionale sul tema del nuovo piano dell’economia circolare della Toscana. L’assessore Monia Monni ha illustrato le linee guida all’esecutivo dem e ai segretari territoriali all’indomani della chiusura dell’avviso pubblico esplorativo attivato dalla Regione e destinato alle imprese per la realizzazione di impianti di recupero e riciclo dei rifiuti. Il PD regionale ha espresso la condivisione degli obiettivi generali del piano e presto sarà convocata una direzione. Il piano prevede aumento della raccolta differenziata fino all’85% al 2035, autosufficienza nello smaltimento dei rifiuti, superamento delle discariche con riduzione al 10% entro il 2035, innovazione in direzione dell’economia circolare, creazione di una filiera industriale che trasformi i rifiuti da problema ad opportunità. Il percorso, secondo quanto spiegato dall’assessore, prevede che le 36 manifestazioni di interesse arrivate siano valutate da una commissione tecnica e quelle ritenute ammissibili saranno presentate al Consiglio regionale. Contestualmente sarà avviato un percorso partecipativo sulle tecnologie particolarmente innovative i cui esiti, unitamente al completamento della verifica di coerenza delle manifestazioni d’interesse,  saranno anch’essi trasmessi al Consiglio regionale. Finita questa fase si avvierà il percorso partecipativo con enti locali, stakeholders e cittadini. L’assessore Monni, in questa ottica, ha dato la propria disponibilità a replicare l’incontro con il partito di oggi in tutti i territori per affrontare le situazioni in loco. La proposta del Piano, che non si occuperà solo di rifiuti urbani, ma anche di quelli speciali prodotti dai distretti produttivi, dovrebbe arrivare in Consiglio regionale entro il mese di settembre prossimo.

Continua a leggere

Recati, “Bene legge per fronteggiare peste suina”

“La conversione del decreto legge con le misure contro la peste suina africana è una buona notizia anche per la Toscana che conta molti allevamenti suinicoli, anche con razze allo stato brado o semibrado, ed in cui è molto diffusa l’attività venatoria. Grazie alle modifiche apportate nell’iter parlamentare anche dal PD, con la nostra parlamentare Caterina Biti come relatrice al Senato, si stabiliscono la sburocratizzazione per potenziare l’azione del Commissario straordinario e i fondi per le opere di recinzione delle zone infette. La legge è fondamentale affinchè il virus non si estenda a territori come il nostro al momento non interessato da casi segnalati della malattia che arrecherebbe gravi danni economici a un settore che annovera anche pregiate razze autoctone. Oltre agli allevamenti, anche gli ungulati liberi sono parte del problema, che va affrontato cogliendo l’occasione delle modifiche da tempo auspicate alla legge 157. Proprio per la rilevanza del settore della caccia in Toscana da oggi ho chiesto a Massimo Taddei di coadiuvarmi per il settore delle politiche venatorie”. Così Marco Recati, responsabile agricoltura del PD toscano, dopo l’ok definitivo della Camera al decreto legge contenente le misure contro la peste suina africana.

Continua a leggere