Riforme: grande partenza social per “La Toscana che dice SI'”

12 maggio 2016 – La campagna per il sì al referendum costituzionale compie i suoi primi passi in Toscana partendo dai social network, e i primi riscontri rispetto all’interesse e alla partecipazione dei cittadini toscani sono subito incoraggianti. Su Facebook la pagina ufficiale del comitato toscano, infatti, ha raccolto oltre 1.300 adesioni in solo 24 ore. Un primo importante segnale in vista della costituzione formale dei Comitati su tutto il territorio regionale. “Nei prossimi mesi il nostro impegno sarà quello di informare e coinvolgere più possibile i cittadini – spiega Antonio Mazzeo, vicesegretario Pd Toscana – e questo è un primo bel segnale che ci conferma come in Toscana sia alta la voglia di partecipare e di contribuire a raggiungere un obiettivo di portata storica per il nostro Paese: dargli finalmente un sistema politico e istituzionale che lo renda meno oneroso, più semplice, efficace e al passo con i  modelli parlamentari delle principali democrazie europee”. La pagina Facebook “La Toscana che dice sì”, che in poche ora ha raccolto così tante adesioni, sarà uno spazio di discussione e il luogo virtuale dove condividere le iniziative e scambiarsi informazioni, per far interagire e collegare l’attività dei singoli comitati toscani.

”Il nostro obiettivo – conclude Mazzeo – è quello di creare nella nostra regione una rete di almeno 500 comitati, per portare in tutto il territorio la possibilità di discutere intorno ai contenuti e alle potenzialità previste dalla riforma costituzionale approvata in Parlamento, e sulla quale i cittadini sono chiamati a esprimersi perché possa tradursi in realtà. Invito quindi i nostri iscritti e i nostri simpatizzanti a partecipare e a far parte di questo percorso iscrivendosi intanto alla pagina Facebook, e a continuare a inviare le proprie richieste e a comunicare la propria disponibilità a formare un comitato scrivendo all’indirizzo [email protected]”.