Newsletter forum “Sicurezza e legalità” – 24 ottobre 2014

Le notizie dal Parlamento

416 ter. Non è una notizia recente ma è opportuno ricordare l’approvazione di una legge attesa da moltissimi anni. Quando nacque, il 416 ter era previsto il reato di Scambio elettorale politico-mafioso solo in cambio di erogazione di denaro. Con questa importante modifica il reato varrà anche in caso di “altra utilità”. Due parole che vogliono dire molto.  http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2014/04/17/14G00078/sg

Reato di autoriciclaggio. La Camera dei Deputati ha approvato l’introduzione nel Codice Penale del reato di autoriciclaggio. Viene introdotto un nuovo articolo nel Codice penale (648-ter1) che segue il reato di riciclaggio (648-bis) e impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita (648-ter). A questo indirizzo il testo approvato alla Camera: http://www.camera.it/leg17/410?idSeduta=311&tipo=documenti_seduta

Un’ottima notizia per una legge attesa da troppo tempo. Auspichiamo che il Senato confermi il testo.

Decreto stadi. Importanti novità ed ottime norme nel decreto stadi. Importante ed opportuna in particolare la parte che riguarda il fatto che le società di calcio dovranno contribuire ai costi per la sicurezza. Le società protestano ma in un momento di crisi come quello che stiamo vivendo la considero una protesta assurda e di cattivo gusto nei confronti di chi non riesce ad arrivare a fine di mese e dei disoccupati. A questo indirizzo il testo:  http://www.normattiva.it/uri-res/N2Ls?urn:nir:stato:legge:2014-10-17;146

Sblocco tetto salariale forze di polizia. Il governo ha comunicato ai sindacati di polizia, difesa e soccorso pubblico di avere reperito le risorse per consentire dal prossimo 1° gennaio lo sblocco del tetto salariale. Notizia importante per il comparto sicurezza fortemente penalizzato da tanti anni.

 

Le notizie dalla Toscana

Immobili confiscati alla mafia assegnati al Comune di Tavarnelle. Dopo una causa civile, il Comune di Tavarnelle ha ottenuto l’assegnazione definitiva di 4 immobili che saranno destinati ai cittadini. Notizia importante e che fa ben sperare per i tanti immobili ancora da assegnare in Toscana http://www.pdtoscana.it/beni-confiscati-poli-pd-ottima-notizia-lassegnazione-di-4-immobili-al-comune-di-tavarnelle/

Incontro con il Prefetto Postiglione.  Il Vice Presidente della Regione Toscana, Stefania Saccardi, ha organizzato un tavolo di confronto fra Istituzioni ed Associazioni alla presenza del Prefetto Postiglione, Direttore dell’Agenzia Nazionale dei Beni Confiscati.  La Regione Toscana si è fatta carico con Stefania Saccardi di occuparsi in prima persona di questo tema. Il più grande successo sarebbe quello di affidare alla collettività la Tenuta di Suvignano, che con i suoi 713 ettari, è il bene più grande confiscato alla criminalità in Italia.

Controlli su aziende cinesi a Prato. Ottimi i dati provenienti dai controlli sulle aziende cinesi di Prato di cui vi avevo parlato nella precedente comunicazione. Delle 68 aziende controllate 8 sono risultate in regola, 60 hanno ricevuto prescrizioni, 60 informative di reato e 11 sono state chiuse. Bene l’accoglienza e l’integrazione ma la difesa della legalità deve essere una priorità.

 

Controlli Corpo Forestale dello Stato. Spesso, nell’immaginario comune si pensa al Corpo Forestale dello Stato, come ad un corpo che si occupa esclusivamente del controllo dei nostri boschi.

In Toscana c’è da attendersi un calo della produzione dell’olio d’oliva di circa il 50% rispetto all’anno 2013. Ed è qui che entra in azione il Comando Regionale del Corpo Forestale dello Stato, che con il suo Comandante Giuseppe Vadalà ha intensificato i controlli per tutelare il vero olio extravergine toscano. Infatti, calando la produzione aumenta il rischio che aziende sane e serie subiscano altri danni da chi, spacciandolo per olio toscano, utilizzi in realtà olio di altre regioni o paesi.

Sempre Il personale del Corpo forestale dello Stato ha provveduto a far ritirare nel mese scorso ingenti quantità di mozzarella dagli scaffali di sette supermercati toscani poiché il prodotto riportava in etichetta di essere realizzato “con latte di bufala” mentre veniva prodotto utilizzando prevalentemente latte di altra e non precisata natura.

Iniziative ed  incontri

Per quanto riguarda la magistratura ho incontrato il Procuratore Generale Tindari Baglione. Una persona speciale con un’esperienza in magistratura di oltre 40 anni. Al centro del cortese e utile dialogo siamo entrati nel merito della prossima riforma della giustizia. Ottimi spunti che avrò il piacere di condividere con il neo responsabile nazionale Giustizia David Ermini.

Altro incontro quello con il Procuratore della Repubblica Giuseppe Creazzo. Chi come lui ha lavorato alla Procura di Reggio Calabria ha una marcia in più sul tema della lotta alla criminalità organizzata. Aspetto molto importante in un territorio dove non dobbiamo dimenticare che la criminalità organizzata si sta sempre più infiltrando.

Massima disponibilità e collaborazione mi è stata offerta nell’incontro con il massimo esponente dell’Arma dei Carabinieri in Toscana, Generale Mosca, Comandante Regionale.

La mia volontà, come ribadito nella precedente comunicazione, è quella di conoscere chi opera nel Comparto Sicurezza non soltanto per incontri formali ma per ascoltare necessità e problematiche di chi ogni giorno lavoro in questo delicato ed importante settore al servizio dei cittadini. A tal fine molto proficui gli incontri con il Dirigente del Compartimento di Polizia Ferroviaria, con il Dirigente del Compartimento della Polizia Postale e con il Dirigente della Polizia Scientifica.

Ultimo ma non certo per importanza l’incontro il Rabbino Capo di Firenze Yosef Levi. Quando ti trovi davanti al rappresentante di un popolo che ha subito uno sterminio come quello degli ebrei, non conta essere o meno credenti, non conta di quale religione o partito sei. Tutti dobbiamo essere uniti per vivere nella pace, nella legalità e nella giustizia.

Per quanto riguarda l’aspetto Difesa, ho incontrato il Generale Godio, Comandante della Divisione Friuli, un divisione composta da oltre 12.000 soldati.

La conoscenza dell’attività che svolge l’Esercito Italiano si è concretizzata anche nell’incontro del 9 ottobre, nel quale assieme a 25 persone abbiamo visitato l’Istituto Geografico Militare, visita nella quale tutti hanno potuto apprezzare il lavoro di questo Istituto che lavora non soltanto nell’ambito militare ma anche in quello civile.