Tea Albini

Nata a Firenze nel 1950, è sposata ed ha una figlia. Dipendente del movimento cooperativo,  da oltre 30 anni si occupa di amministrazione di piccole e medie cooperative. Nel 1976 è stata eletta a Firenze nel Quartiere 14, di cui è stata vicepresidente fino al 1983. Ha ricoperto incarichi nell’allora Consorzio socio sanitario. Nel 1985 è eletta consigliere comunale nelle liste del PCI ; è stata membro del Comitato di gestione e del Comitato dei garanti della USL 10/E e vicepresidente della USL 10/B. Nel 1989 è diventata assessore allo Sport in Comune a Firenze. È stata rieletta nel ’90 nel Consiglio Comunale, incarico che ha lasciato nel ’93 per diventare assessore alla Casa e alle Politiche Socio-educative del comune di Fiesole. Nel 1999 viene chiamata da Leonardo Domenici, appena eletto Sindaco di Firenze, a ricoprire l’incarico di Assessore alle politiche per la Casa, Patrimonio Immobiliare Abitativo e non Abitativo, Programmazione Edilizia Residenziale Pubblica, Piani di Recupero Abitativo, Condono Edilizio. Ha inoltre ricoperto l’incarico di Coordinatrice della Consulta Nazionale Casa dell’ANCI dal 2001 al 2004. Nel 2004 viene confermata nella Giunta da Leonardo Domenici, rieletto Sindaco, con deleghe al Bilancio e Programmazione, Entrate e Politiche fiscali, Beni e Servizi, Affari generali e legali, Partecipazioni azionarie, Finanza di progetto, Patrimonio immobiliare non abitativo. Nel 2009 è stata eletta consigliere comunale a Palazzo Vecchio nella lista del Partito Democratico. Prima dei non eletti delle liste del Partito Democratico nella XII Circoscrizione (Toscana), il 7 giugno 2011 ha fatto il suo ingresso nell’aula di Montecitorio in seguito alle dimissioni del deputato Democratico Franco Ceccuzzi. E’ membro della Commissione permanente VI Finanze della Camera dei deputati.

 

 

Prima dei non eletti nelle liste del Partito Democratico alle politiche del 14 aprile 2008, è entrata alla Camera dei Deputati il 7 giugno 2011, in seguito alle dimissioni del deputato Franco Ceccuzzi, . E’ membro della VI Commissione (Finanze).