“Oggi é davvero una bella giornata per il Partito Democratico, da Roma a Torino, passando per la Toscana, dove Massarosa va al centrosinistra con una grande vittoria della nostra Simona Barsotti! Con oggi sono 20 i comuni della regione di questa tornata elettorale in cui risultiamo maggioranza. Il Pd si conferma il baricentro di coalizioni ampie e proposte di governo credibili. Credo ci vengano riconosciuti anche la serietà e l’atteggiamento di chi, in questi mesi difficili, ha tenuto insieme il rigore per la tutela della salute dei cittadini e le misure per risollevare l’economia, a partire dal Pnrr. Peccato per Sansepolcro, dove Andrea Laurenzi non ce l’ha fatta per poche centinaia di voti” . Così Simona Bonafè, segretaria del Pd toscano.


“Abbiamo appreso delle gravi minacce recapitate ai giornalisti della redazione Rai della Toscana e rivolte anche al Presidente della Regione. Voglio esprimere la più ferma condanna del Pd della Toscana e l’auspicio che vengano individuati i responsabili di questi gesti. Ai professionisti della Rai e al Presidente Giani l’invito ad andare avanti nel lavoro quotidiano nell’interesse – ognuno nell’esercizio del proprio ruolo – dei cittadini”. Così Simona Bonafè, segretaria del Pd toscano, sulla lettera minatoria alla sede Rai di Firenze.


“L’episodio di oggi conferma un clima preoccupante di violenza e intimidazioni alle organizzazioni dei lavoratori. Sabato l’assalto alla Cgil romana, oggi le minacce alla Cisl di Firenze e al segretario toscano dei metalmeccanici a cui va la nostra massima solidarietà. Gli estremisti e i violenti vanno arginati, con gli strumenti di legge e le forze dell’ordine impegnate nell’individuarli, ma anche con una condanna ferma e corale della società democratica”.

Così Simona Bonafè, segretaria del Pd toscano dopo la notizia del proiettile recapitato alla Cisl di Firenze.


In queste settimane in viaggio per la Toscana ho visto tanti candidati appassionati al destino delle loro comunità, a partire dal nostro segretario nazionale Enrico Letta, che ha battuto ogni angolo del collegio senese-aretino senza sottrarsi a nessuna questione, dalle più piccole a quelle economico-finanziarie. Voglio fare un forte in bocca al lupo al nostro segretario, che siamo certi lunedì sarà il nostro deputato, e ai candidati sindaco e consiglieri del nostro partito, nei comuni più grandi dove ci presentiamo con la lista del Partito Democratico, fino ai più piccoli dove siamo nelle coalizioni di centrosinistra”.
Così Simona Bonafè, segretaria del Pd toscano, che oggi ha trascorso l’ultima giornata elettorale a San Vincenzo, Castiglione della Pescaia e questa sera a Grosseto per poi raggiungere il comizio finale di Letta a Siena.


Nuova segreteria per il Pd regionale della Toscana

Varata la nuova segreteria regionale del Pd toscano. Un segnale importante di unità e compattezza in vista degli importanti appuntamenti elettorali delle amministrative e delle suppletive di Siena ed Arezzo. È un esecutivo di importanti personalità quello annunciato oggi dalla segretaria regionale Simona Bonafè e formato all’insegna della parità di genere.

Ne fanno parte: Gian Luca Brizzi, Simone de Rosas, Emiliano Fossi, Federica Fratoni, Stefania Lio, Marco Meacci, Massimiliano Pescini, Simona Rossetti, Marco Simiani, Benedetta Squittieri, Andrea Vannucci, Ylenia Zambito.

Massimiliano Pescini confermato coordinatore della segreteria.


“Il principale punto irrinunciabile su cui abbiamo chiesto garanzie in merito alla trattativa su Mps é la questione occupazionale. Per questo é assolutamente necessario, come chiediamo da mesi, un confronto del Governo con i sindacati. Si tratta dei rappresentanti di decine di migliaia di lavoratori tra banca e indotto. Questo incontro, come ha chiesto il nostro segretario e che stiamo sollecitando anche attraverso i nostri parlamentari, deve avvenire al più presto”. Così Simona Bonafè, segretaria del Pd Toscana.


“La dignità dei lavoratori e le regole non si calpestano. Il nostro paese si é dotato di leggi che regolano il comportamento delle aziende e queste valgono per tutti. Speriamo che oggi sia l’inizio del riscatto per i lavoratori della Gkn e per un’intera comunità che dal primo giorno della vertenza sta dalla loro parte. Il tribunale intanto ha revocato la procedura di licenziamento, l’azienda adesso riveda i suoi piani. Da parte nostra continueremo a sostenere la battaglia dei lavoratori di Campi Bisenzio e dell’indotto” Così Simona Bonafé, segretaria del Pd toscano in merito alla vicenda Gkn.


“Quando accaduto a Montevarchi ha la più ferma condanna del Partito Democratico della Toscana e a Matteo Renzi va la nostra solidarietà per le minacce ricevute. Il rispetto deve essere il punto di partenza di qualunque posizione politica”. Così Simona Bonafè, segretaria del Pd toscano.


Ci sarà anche una delegazione del partito e dei consiglieri regionali del Pd della Toscana, domani, alla manifestazione nazionale indetta dai lavoratori della Gkn e dell’indotto. Il Pd regionale sarà al corteo di Firenze perché deve restare alta l’attenzione sulla vicenda e per sostenere le richieste dei lavoratori, in prima battuta la più urgente, quella di far ritirare i licenziamenti e poi la più ampia questione  normativa affinché non si possano ripetere situazioni come quella della fabbrica di Campi Bisenzio.


«Tutte le associazioni di volontariato come le Misericordie, la Croce Rossa e le pubbliche assistenze in genere, rappresentano un immenso patrimonio che in Toscana svolge una funzione sociale preziosissima grazie all’impegno di migliaia di volontari e lavoratori che meritano un ringraziamento da parte delle istituzioni. Il disagio che le Misericordie hanno espresso in questi giorni deve essere raccolto e giustamente tenuto in considerazione. Tutto il mondo del terzo settore collabora efficacemente con le istituzioni a tutti i livelli, garantendo integrazione e sussidiarietà nei servizi anche laddove il settore pubblico non è più in grado di arrivare. Inoltre da questo settore un aiuto decisivo anche per affrontare la fase più critica della pandemia. Per questo la Regione, nei mesi scorsi, ha saggiamente deciso di stanziare oltre 7 milioni di euro destinati ai ristori, nonchè a coprire anche le spese per i servizi legati all’emergenza sanitaria.  Sono sicuro che con l’impegno di tutti e con la grande capacità di collaborazione che le istituzioni regionali e il mondo del terzo settore hanno sempre dimostrato nella nostra regione sarà trovata una soluzione soddisfacente. Siamo certi che l’incontro in calendario con il presidente e l’assessore, partendo da queste considerazioni, darà le risposte attese pur in una congiuntura non semplice dal punto di vista finanziario per la sanità, aggravate dai costi per contrastare la pandemia».

Lo dicono il Capogruppo Pd in Consiglio regionale Vincenzo Ceccarelli e il coordinatore della segreteria regionale Pd Massimiliano Pescini.