Valerio Fabiani

Nato il 28 agosto 1984, si diploma presso il Liceo Classico “G. Carducci” di Piombino, frequenta il corso di laurea in Scienze politiche e Relazioni Internazionali presso l’Università di Firenze. La sua grande passione oltre alla politica e alla lettura è il teatro e nel 2000, insieme ad altri ragazzi, fonda la prima associazione giovanile di Piombino, denominata “FOB”, ancora operante nel territorio, che lo porterà ad occuparsi non solo di teatro ma progressivamente anche delle politiche giovanili in Val di Cornia, misurandosi per la prima volta con una esperienza associativa. La sua prima tessera risale al 2001, anno in cui si iscrive all’organizzazione giovanile di riferimento dei DS, la Sinistra giovanile, e allo stesso tempo inizia il suo impegno nel movimento degli studenti delle scuole superiori di Piombino del quale diventa il portavoce. Nella Federazione Val di Cornia-Elba della Sg guidata da Francesco Soldi si occupa di Scuola fino al 2004, anno in cui ne diventa Segretario, entrando anche a far parte della Segreteria di Federazione dei Democratici di Sinistra guidati da Rocco Garufo. Nel 2005 entrerà nella Direzione Nazionale della Sinistra giovanile e nello stesso anno il nuovo Segretario di Federazione dei DS Matteo Tortolini gli confermerà l’incarico in Segreteria, della quale più tardi diventerà coordinatore. In occasione dell’ultimo congresso dei DS Valerio coordina la Mozione Fassino sostenendo convintamene la nascita del Partito Democratico. Nel PD continua a ricoprire il ruolo di coordinatore della Segreteria entrando anche a far parte della Direzione Regionale. Nel 2009 coordina la campagna elettorale amministrativa a Piombino che confermerà Gianni Anselmi Sindaco della città per la seconda volta con un consenso del 67%. In quell’occasione Valerio viene eletto consigliere comunale con 301 voti di preferenza. Con l’ultima tornata congressuale locale Valerio Fabiani è stato eletto Segretario della Federazione Val di Cornia-Elba del Partito Democratico con il 99,4 % dei voti favorevoli degli iscritti.