Referendum costituzionale. Mazzeo (PD): “Almeno 500 comitati in Toscana”

2 maggio 2016 – “Anche questa volta la Toscana darà il meglio di sé per dire sì alle riforme e alla modernizzazione del paese: nella nostra regione puntiamo a formare almeno 500 comitati e siamo pronti già da oggi ad accogliere coloro che vorranno promuoverne uno nella loro città, quartiere, luogo di lavoro, condominio. Bastano 10 persone per formare un comitato. L’email dedicata è [email protected]

Così il vicesegretario e responsabile organizzazione del Pd toscano, Antonio Mazzeo, spiega gli obiettivi toscani per il referendum costituzionale di ottobre, dopo aver partecipato oggi al lancio della campagna con Matteo Renzi a Firenze.

“Oggi Matteo Renzi ha detto che siamo a un bivio. La Toscana sa da che parte stare. A ottobre si può chiudere un cerchio rimasto aperto per decenni, in cui numerosissimi sono stati i tentativi, mai portati a termine, di modifica alla parte organizzativa della costituzione. Gia’ nel 1951 fu un costituente stesso, Giuseppe Dossetti, ad ammettere che la configurazione costituzionale non avrebbe funzionato per uno stato che deve prendere molte decisioni – aggiunge Mazzeo –. Da qui ad ottobre gireremo porta a porta. E’ finita l’epoca dell’immobilismo. L’Italia che dice sì è l’Italia che non vuole più piangersi addosso, che vuole leggi più veloci e meno poltrone, che vuole i territori rappresentati nel nuovo Senato. A ottobre saranno i cittadini a decidere. E la Toscana giocherà da protagonista”.