Newsletter forum “Sicurezza e legalità” del 23 novembre 2014

Iniziative ed incontri

 

E’ stato il mese degli incontri con Prefetti e Questori delle Province Toscane. E’ da questi incontri che è emersa in particolar modo la necessità della presenza del nostro Partito sul territorio. Non sono stati incontri soltanto formali, ma incontri, dove si è discusso dei problemi reali dei territori. Non dobbiamo dimenticare che il Prefetto è il rappresentante del Governo nella Provincia ed è importante che il nostro Partito contribuisca, nel rispetto dei ruoli di ciascuno, a contribuire a risolvere le problematiche dei territori stessi. Da tutti ho ricevuto apprezzamento per il Partito e per questa volontà di coinvolgere Istituzioni troppo spesso considerate lontane.

 

Scrivere in modo dettagliato quanto emerso da questi incontri non renderebbe bene l’idea degli argomenti trattati e delle problematiche emerse. Qualsiasi circolo mi potrà contattare per eventuali problematiche relative ai problemi di cui mi occupo nel suo territorio per uno scambio di mail, per un contatto telefonico o per un ‘iniziativa.

 

In questo mese ho proseguito la visita a dei centri di eccellenza della nostra regione. Proprio a Firenze vengono addestrati i cinofili dei carabinieri che lavoreranno poi su tutto il territorio nazionale. Conduttori e cani altamente specializzati che saranno utilizzati per il ritrovamento di sostanze stupefacenti, esplosivi, persone scomparse e molti altri servizi di Polizia Giudiziaria.

 

La visita all’Istituto Farmaceutico Militare ha testimoniato quanto lo Stato è in grado di fare e quanto potrebbe fare ancora di più, grazie all’alta formazione di militari come quelli di questo istituto. E’ notizia conosciuta che in questo Istituto sarà coltivata e prodotta la cannabis che sarà utilizzata a scopi terapeutici. Una svolta epocale che speriamo di vedere realizzata nel 2015.

Sempre l’Istituto ha terminato la sperimentazione di fase I per un farmaco chiamato ‘blocca emorragia’ che può essere efficace contro i sintomi del virus Ebola. La struttura del farmaceutico dimostra quanto l’Esercito faccia per i cittadini e non soltanto per le strutture militari. 

 

Questo è stato anche il mese della sentenza del processo Cucchi che ha colpito e fatto discutere non soltanto gli esperti ma anche tanti cittadini comuni.

Da qui nasce l’idea dell’Unione Comunale di Sesto Fiorentino, che organizzerà nel mese di dicembre un incontro, al quale parteciperò come ospite, con il Senatore Luigi Manconi autore di un libro che ripercorre le vicende Uva, Aldovrandi, Cucchi e altri.

 

Iniziative di questo tipo, come altre, potranno ovviamente essere replicate sul vostro territorio. Fin da ora vi offro la mia collaborazione.

 

Le notizie dall’Italia

 

Uno dei fatti più gravi dell’ultimo mese sono le parole di Beppe Grillo per il quale la mafia aveva una sua moralità. Il mio comunicato stampa sulle sue inaccettabili parole:

http://www.pdtoscana.it/mafia-poli-pd-inaccettabili-le-parole-di-beppe-grillo/

 

La notizia del possibile arrivo del tritolo per uccidere Di Matteo non poteva non prevedere da parte di tutti coloro che credono nella legalità e nella lotta alla criminalità organizzata, una reazione forte. Ho voluto personalmente esprimere la solidarietà al Sostituto Procuratore di Palermo:

http://www.pdtoscana.it/emiliano-poli-scrive-al-sostituto-procuratore-di-palermo-nino-di-matteo/

 

Le notizie dalla Toscana

 

Badia Prataglia. L’anomalia di una norma sicuramente da rivedere ha consentito che una cooperativa vincesse un bando di gara per l’accoglienza in un’unica struttura di 100 profughi. Tale struttura, ubicata in un comune di appena 800 abitanti, fa capire quanto sia sproporzionato il numero di profughi rispetto ai residenti. Anche il nostro Partito si è interessato al problema. In questo caso c’è stata una preziosa collaborazione con Stefania Magi, Responsabile Immigrazione PD Toscana. Questo il comunicato:

http://www.pdtoscana.it/badia-prataglia-100-arrivi-un-numero-oggettivamente-alto-per-un-piccolo-paese-no-a-strumentalizzazioni-provincia-arezzo-seconda-in-toscana-per-accoglienza-a-conferma-della-volonta-di-sol/

A testimonianza di quanto sia importante intraprendere rapporti di collaborazione con Prefetti e Questori, ho avuto un lungo colloquio telefonico con il Prefetto di Arezzo dove abbiamo parlato del problema e cercato una possibile soluzione. Fermo restando che l’ultima parola spetterà al Prefetto, sono convinto che la vicenda si concluderà positivamente riequilibrando il numero di profughi, oggettivamente sproporzionato al numero di abitanti.

Criminalità organizzata

Il sequestri di beni per un valore di 6 milioni di euro, appartenenti al clan Saetta avvenuti in Versilia, testimoniano che anche la Toscana non è immune al rischio di infiltrazione criminale.

La Versilia in modo particolare presenta grossi problemi da questo punto di vista come testimoniato anche nell’incontro con Prefetto e Questore di Lucca.

 

Cortei e manifestazioni. Sono numerosi i cortei che si sono svolti durante questo mese nella nostra regione. La gestione ottimale dell’ordine pubblico ha permesso di evitare danni a cose e persone e di manifestare liberamente a tutti coloro che volessero farlo.

 

Emiliano Poli 
Responsabile Sicurezza e Legalità PD Toscana 
Via Forlanini 162 – 50127 Firenze 
Email: 
[email protected]
Telefono 335-5299272