Licenziamento sindaco di Monterotondo dal comune di Piombino. Bonafé: “Sindaco Piombino punisce Giacomo Termine perché del Pd“

“Quella del licenziamento del sindaco di Monterotondo Marittimo da dipendente del comune di Piombino e’ una brutta vicenda. Non sfugge che Giacomo Termine, esponente del Pd, sia politicamente all’opposto del sindaco di Piombino e leggere nelle ragioni del licenziamento che la sua ‘colpa’ sarebbe stata quella di avere usufruito di permessi, previsti dalla legge, per esercitare le funzioni di primo cittadino e’ inaccettabile. Siamo davanti a un sindaco che accusa un altro sindaco di avere fatto il proprio dovere, motivazione talmente incredibile da rafforzare ancora di piu’ il sospetto che si tratti di un’azione punitiva di Ferrari per le idee e le iniziative politiche di Termine. A Giacomo Termine va la nostra solidarieta’.”
Cosi’ Simona Bonafe’,segretaria del Pd toscano, in merito alla decisione del comune di Piombino di non confermare il sindaco di Monterotondo Marittimo Giacomo Termine nell’organico.