Approvata legge elettorale toscana. Mazzeo (PD): “Una legge innovativa. Il Pd non userà i 3 nomi bloccati: a marzo tutti eletti con le preferenze”

antonio mazzeo 211 settembre 2014 – “Il Pd ha mantenuto la sua promessa con gli elettori. Da oggi la Toscana ha una nuova legge elettorale con la quale i cittadini tornano a scegliere i consiglieri regionali. Anche questa volta  la Toscana si dimostra all’avanguardia perché si tratta di una legge molto innovativa su più aspetti: per la prima volta un presidente di regione si elegge con la possibilità del doppio turno ed è previsto il principio dell’alternanza uomo donna con la possibilità della doppia preferenza. Credo che ci siano tutti i motivi per una grande soddisfazione da parte del PD toscano”.

Così Antonio Mazzeo, responsabile organizzazione del PD toscano, commenta la nuova legge elettorale regionale approvata questa notte.

 

“La legge nasce da un accordo anche con il principale partito di opposizione. Una legge elettorale è un pilastro della democrazia che non può essere decisa solo da una parte. Per questo, nell’ambito dell’accordo, è stato previsto un compromesso, il cosiddetto ‘minilistino’ di livello regionale, che comunque è facoltativo e, anche per i partiti che se ne avvalessero, prevede solo tre nomi. In ogni caso il Pd non lo utilizzerà, così come già deciso a larghissima maggioranza in due direzioni regionali del partito: tutti i consiglieri regionali del PD saranno eletti con le preferenze. Auspichiamo che facciano lo stesso tutti gli altri partiti politici” conclude Mazzeo.