Maurizio Bozzaotre

Visualizzazione di foto_Bozzaotre.jpgVisualizzazione di foto_Bozzaotre.jpgfoto_Bozzaotre

Maurizio Bozzaotre è nato a Torre del Greco (NA) il 9 giugno 1969. Sposato con Francesca e papà di Anna, vive e lavora a Pistoia.

Si è laureato in giurisprudenza nel 1995 all’Università di Napoli “Federico II” con una tesi di laurea in materia di riforme costituzionali; la tesi vincerà il “Premio Aldo Sandulli” per la miglior tesi di laurea sulle riforme costituzionali discusse negli anni 1993-95, e verrà poi successivamente pubblicata.

Dal 1996 al 2005 è stato cultore della materia della cattedra di Scienza dell’amministrazione all’Università di Roma “La Sapienza”. Nella medesima università ha conseguito nel 2001 il dottorato di ricerca in “Amministrazione pubblica europea e comparata”, discutendo con un tesi sul tema delle politiche del territorio dell’Unione europea.

Dal 2007 al 2015 ha altresì svolto attività di assistenza e collaborazione didattica e scientifica presso la cattedra di “Legislazione dei beni culturali”, diretta dal Prof. Dario Nardella, all’Università degli Studi di Firenze.

Iscritto dal 2000 all’Ordine degli Avvocati di Pistoia, abilitato al patrocinio dinanzi alla Corte di Cassazione e alle altre giurisdizioni superiori, è docente stabile di diritto e procedura penale presso la Scuola di Specializzazione per le Professioni legali di Siena e presso la Scuola della Fondazione per la Formazione forense di Pistoia.

Sul piano politico, con la nascita del Partito Democratico decide per la prima volta di iscriversi ad un partito politico e di impegnarsi attivamente.

Nel novembre 2009 viene eletto segretario politico del Pd di Pieve a Nievole (un Comune di poco meno di 10.000 abitanti della provincia di Pistoia); nel 2011 viene eletto portavoce del coordinamento del Pd della Valdinievole (una vasta zona della provincia pistoiese comprendente 11 Comuni di varia dimensione).

Nel 2013 viene chiamato a far parte della segreteria provinciale del PD Pistoia, con deleghe alla giustizia e sicurezza. In tale ruolo istituisce e coordina un Forum Provinciale Giustizia, sviluppando un intenso programma di lavoro e di iniziative (vedi la pagina https://www.facebook.com/forumgiustiziapdpt).

Per iniziativa dell’On.le David Ermini, responsabile Giustizia nella segreteria nazionale del PD, fa parte di un gruppo di lavoro nazionale sulla riforma della giustizia penale, con il compito di sviluppare idee e proposte di lavoro da sottoporre al confronto e alla discussione in seno ai vari organismi istituzionali.

Nella discussione avviata dal PD Toscana sulla riforma della forma organizzativa del partito, ha fatto parte del gruppo di lavoro regionale, voluto dal segretario Dario Parrini e coordinato dal vicesegretario Antonio Mazzeo, che ha collaborato alla elaborazione del documento “Manifesto per costruire il partito democratico vogliamo”.