Morti lavoro, Bonafé: Dovere politico investimenti e norme ovunque servano

“Più di mille persone l’anno perdono la vita per lavorare. In Toscana si contano tre morti in poche ore. Alle loro famiglie va tutta la nostra vicinanza. Possiamo solo immaginare il dolore di chi riceve una telefonata da un cantiere per informarlo che non vedrà più un suo caro. Ma al cordoglio deve essere accompagnata un’azione concreta. Le categorie dei lavoratori che sono in prima linea sui temi della sicurezza  sollevano la necessità di maggiore prevenzione, più ispettori, più controlli, oltre all’integrazione normativa. Se questo è l’investimento che serve, alla politica il dovere di farlo. Subito. Ad ogni livello. Il governo ha già preso impegni su assunzioni di personale per il rafforzamento dell’attività ispettiva e su elaborazione di nuove norme.
In Regione oggi stesso é partita una iniziativa conoscitiva del Consiglio. Di fronte a una situazione straordinaria per drammaticità servono impegno e investimenti straordinari”.
Così Simona Bonafé, segretaria del Pd toscano in merito alle morti sul lavoro.